Mercoledì, 11 07 2018 13:42

La causa dell'osteoporosi

Recenti ricerche hanno dimostrato che i nostri antenati dell’era paleolitica non soffrivano di osteoporosi, sebbene si nutrissero abbondantemente di carne, che è fortemente acidificante, sottrae minerali alcalini, tra cui il calcio. Ma perché i preistorici cacciatori avevano comunque la struttura ossea solida e in salute?La spiegazione: la loro alimentazione era…
La cute e i suoi segni (rughe, macchie, ecc.) indicano lo stato di invecchiamento dell’intero organismo. La pelle può essere secca, grassa, umida e altro ancora. Come mantenere una pelle giovane? Non esagerare con l’esposizione al sole, responsabile dell’incremento di radicali liberi, precursori di malattie anche gravi. Il vento eccessivo,…
L’invecchiamento è fisiologico ed è dovuto ad una carenza di ossigeno a livello cellulare, tuttavia va considerato anche il fenomeno dell’invecchiamento cerebrale che avviene troppo precocemente. Tra le patologie riguardanti tale senescenza, si distingue l’Alzheimer. Questa malattia è dovuta ad un’iperproduzione di proteine amiloidi che s’infiltrano tra i neuroni e…
Da alcuni anni, gli studi a livello mondiale hanno dimostrato che un elevato consumo di zucchero conduce a patologie importanti e pertanto l’industria ha immesso sul mercato sostanze chiamate “edulcoranti”.Attualmente permangono dubbi sull’innocuità di edulcoranti quali l’aspartame e l’acelsufame-K.Charles Wart, chimico, esperto in industria alimentare afferma che l’aspartame aumenta i…
La depressione reattiva: sopraggiunge a seguito di fatti reali, quali la morte di una persona cara, incidente, aggressione, perdita di lavoro, promozione professionale, divorzio, trasloco, ecc.Non è soltanto un evento stressante che scatena questo stato depressivo: vi è uno stretto rapporto con il livello di vulnerabilità causata da traumi infantili,…
Il metodo “Monodieta in Naturopatia” è una modalità insegnata durante l’iter formativo Alta Formazione in Naturopatia Applicata Istituto Rudy Lanza.La tecnica non presenta rischi (salvo in caso di patologie importanti) e consiste nel cibarsi di una sola categoria di alimenti durante uno o più giorni (massimo 3 giorni la settimana).L’obiettivo…
Pagina 3 di 3